Menu Chiudi

L’Equipaggiamento

L’equipaggiamento deve rispettare dei requisiti minimi di storicità e sicurezza. Dobbiamo prima di tutto ricordare che si tratta di uno sport ed è importante salvaguardare la propria integrità fisica e quella dei propri avversari. 

Negli ultimi anni La COMMISSIONE STORICA INTERNAZIONALE dell’HMB si è particolarmente battuta per il rispetto e l’implemento della storicità e dell’estetica dell’equipaggiamento.

Nelle prime edizioni del Battle of Nations non era raro vedere pezzi d’armatura totalmente inventati o anacronistici tra loro.

Per iscriversi al Battle of Nations così come ad altri eventi, è necessario mandare immagini della propria armatura supportati da una documentazione storica (fonti iconografiche, miniature, ecc.) che ne attestino la storicità.

ARMI

Mentre nelle Mass Battle è possibile vedere combattenti fronteggiarsi fra loro con armi diverse, nei Duel ogni arma è specifica della propria disciplina: quindi in “Longsword” si combatte solo con Longsword, in “Spada e Scudo” e “Spada e Brocchiere” si usano solo spade ad una mano mentre in “Polearm” solo armi in asta.

Vi sono dei parametri relativi alla lunghezza ed al peso:Le armi possono essere personalizzate in base alle preferenze dell’atleta, nei limiti del regolamento.
Vi sono dei parametri relativi alla lunghezza ed al peso:

Le armi devono obbligatoriamente NON essere affilate e devono avere un diametro non inferiore ai 2 cm.
I baffi della guardia delle spade non devono sporgere per più di 3,5 cm dal guanto armato, questo perché durante un combattimento corpo a corpo è possibile che la guardia della propria spada possa entrare per errore nei fori oculari dell’elmo dell’avversario se quest’ultimo ce li ha particolarmente aperti.

Come per le armature, anche per le armi vale il principio di storicità e filologicità: i falcioni da Uruk-Hai presi dal Signore degli Anelli sono ovviamente banditi.

Le armi devono essere in linea col periodo ed il rango sociale della propria armatura. 

Armi di estrazione popolare/contadina non si addicono ad un Cavaliere di alto rango.

Discorso diverso per i Profight: questi incontri possono essere combattuti con Longsword, Asce ad una mano ma prevalentemente con falcioni e scudo

Le armi per essere regolamentari devono attenersi al seguente coefficiente: 30 per gli uomini e 25 per le donne dato dalla massa dell’arma in Kg moltiplicata per il punto di bilanciamento + 5 cm.

SCUDI

Nelle Mass Battles e nei Profight lo scudo è usato attivamente, è permesso tirare scudate contro l’avversario nei limiti dei regolamenti.
Nei Duel lo scudo è prevalentemente difensivo, è ammesso l’uso attivo dello scudo per prendere la distanza dall’avversario e per “spingere”, esercitare una pressione su quello dell’avversario per crearsi degli spazi per colpire il bersaglio con la spada.

Questi devono essere repliche di scudi storici: la forma, le dimensioni e le curvature devono essere riprese da scudi utilizzati nel Medio Evo. 
Gli scudi devono essere in linea col Kit dell’armatura. Es: No a scudo vichingo con Kit da cavaliere.

Lo strato esterno frontale ed i bordi devono essere ricoperti da cuoio o da uno strato di tessuto.
Gli scudi in metallo sono proibiti (fatta eccezione per il Brocchiere). 
Immagini moderne, slogan, frasi volgari o violente a decorazione dello scudo sono proibite.
Il peso massimo di uno scudo consentito è di 5 kg.
Misure scudi e brocchieri accettati per la categoria Duel:

Metodi di fissaggio armatura:
le componenti moderne sono utilizzabili a patto che non siano nascoste. Possono essere usati i bulloni per fissare le cinghie ma è preferibile usare rivetti.
E’ permesso utilizzare la propria araldica sugli scudi ma questa deve essere storicamente accurata. Sono vietati i simboli moderni.
Gli scudi devono essere in buono stato, se considerati troppo logori non è consentito il loro utilizzo

ARMATURE

Avere un’armatura performante è di fondamentale importanza in questo sport. Oltre a dover essere protettiva deve anche consentire una buona mobilità per questo è consigliabile avere un equipaggiamento fatto su misura.
L’armatura dovrebbe calzare come un guanto ma visto il suo alto costo, spesso si è costretti a trovare dei compromessi.
A seconda della categoria in cui si combatte l’armatura ha determinate caratteristiche.
Nelle Mass Battles essa deve essere assolutamente protettiva: gli elmi tendono ad essere più spessi, soprattutto la schiena viene ricoperta con strati extra, mentre l’unico spazio scoperto tende ad essere il retro del ginocchio. Tale protezione è molto importante perché le armi usate nelle buhurt hanno una maggiore forza d’impatto e visto il maggior numero di avversari da affrontare durante un solo combattimento, non è raro ricevere colpi inaspettati molto forti da più avversari insieme anche alle spalle.
Nella categoria Duel invece le armi non hanno un simile impatto e i combattimenti prediligono una maggiore velocità ad un colpo molto forte caricato che però risulterebbe più lento. Col fatto che si combatte con un solo avversario e per la grande maggiore parte del tempo è in una posizione frontale alla propria, spesso si preferisce scaricare di peso le aree posteriori del corpo come schiena e retro gambe perché più difficili a colpire. Ad esempio negli 1 vs 1 vengono usati schinieri aperti sul retro. Visto che la potenza d’impatto dei colpi è minore, si possono utilizzare elmi temprati ed armature con spessori minori ottenendo un’armatura molto più leggera.

In Buhurt generalmente si sconsiglia di utilizzare elmi temprati o in titanio perché scaricano peggio il colpo rispetto ad un pesante elmo dai 3 mm in su in acciaio armonico.
Generalmente un’armatura sicura da Buhurt pesa sui 25/30 kg mentre una da Duel sui 20 kg. Sono autorizzate armature comprese tra il XII ed il XVI secolo. Le armature e i suoi componenti devono avere referenze storiche quali miniature dai codici, statue, dipinti, monumenti funebri, reperti…
Le varie componenti dell’armatura devono appartenere ad una stessa area geografica. Sono accettati pezzi di armatura di un periodo diverso ma questo lasso di tempo non deve essere maggiore di 50 anni.

REGOLAMENTO ARMATURE

 La testa del combattente deve essere protetta da un elmo metallico spesso non meno di 2 mm.
 L’elmo deve avere un’imbottitura interna di almeno 3 cm.
 Il corpo del combattente deve essere coperto da piastre metalliche o da cotta di maglia rivettata.
 Sotto la protezione metallica per il torso deve esserci una giacca imbottita
 Il collo del combattente deve essere assolutamente coperto da elementi metallici.
 Le mani devono essere coperte da guanti, mitteni o manopole che siano accettabili.
I mitteni sono più protettivi, sono utili soprattutto nell’1 vs 1 Longsword dove le mani sono uno dei bersagli maggiormente colpiti e delicati, utilizzati dal 1420 in poi.
Spesso si chiude un occhio sulla loro storicità in quanto numerosi sono gli infortuni alle mani.
 La colonna vertebrale del combattente deve essere obbligatoriamente protetta.
 Gli stinchi devono essere protettivi frontalmente e lateralmente.Sono permesse protezioni moderne a patto che non siano a vista (paraschiena da motociclista, protezioni da motocross, conchiglia…)